2022/2023

La Prosecco Doc Imoco Conegliano ha vinto la Supercoppa italiana femminile 2022
2022

SUPERCOPPA ITALIANA FEMMINILE 2022

FINALE – FIRENZE, 26 NOVEMBRE 2022


Prosecco Doc Imoco Conegliano - Igor Gorgonzola Novara 3-1 (25-23, 17-25, 25-17, 25-17)
Prosecco Doc Imoco Conegliano: Plummer 17, Squarcini 13, Haak 22, Robinson 3, Furlan 1, Wolosz 1, De Gennaro (L), Gennari 6, De Kruijf 4, Pericati, Gray. N.e. Bardaro (L), Fahr, Carraro. All. Daniele Santarelli.
Igor Gorgonzola Novara: Poulter 2, Bosetti 9, Danesi 4, Karakurt 14, Carcaces 11, Chirichella 6, Fersino (L), Ituma 3, Bonifacio 3, Giovannini, Battistoni. N.e. Bresciani (L), Varela Gomez, Adams. All. Stefano Lavarini.
Arbitri: Marco Braico e Armando Simbari.


In un fantastico, tutto esaurito, Palazzo Wanny, la Prosecco Doc Imoco Conegliano vince il suo 17° trofeo battendo per 3-1 l'Igor Gorgonzola Novara e alzando al cielo la 27^ Supercoppa Italiana vivo. Nonostante i nuovi innesti, le pantere ricominciano lì dove avevano terminato la scorsa stagione, festeggiando l'ennesima coppa in bacheca.

La serata comincia con un tributo all'Onorevole Ministro per lo Sport e i Giovani Andrea Abodi, premiato con il pallone d'oro dal Presidente della Lega Volley Femminile Mauro Fabris. Nel prepartita, dopo le luci dello spettacolo iniziale e l'inno cantato dal Piccolo Coro Melograno di Firenze, un momento dedicato alla Giornata Internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, un'iniziativa che anticipa quella di domani, domenica 27 novembre, su tutti i campi di Serie A, con delle scarpette rosse a simboleggiare la totale condanna verso gli abusi sulle donne e la vicinanza del mondo della pallavolo. 

Passando alla partita, Coach Santarelli deve fare a meno di Lubian per un problema alla spalla, mentre Fahr non è ancora pronta al 100%, quindi schiera Wolosz-Haak, Squarcini-Furlan (all’esordio stagionale in sestetto), Robinson Cook-Plummer, libero De Gennaro, da parte Igor coach Lavarini privo della ex Adams parte con Poulter-Karakurt, Danesi-Chirichella, Bosetti-Carcaces, libero Fersino. Il primo set è punto a punto fino ad un break di Novara sul 9-13, con Carcaces e Karakurt sugli scudi, che costringe coach Santarelli al time-out. Tornate in campo, le pantere prendono ritmo, Haak e Plummer iniziano a carburare, con ottime incursioni di Squarcini che riportano il parziale prima in equilibrio e poi dalla parte di Conegliano, che nonostante si faccia recuperare 4 punti sul 24-19, chiude poi 25-23. Nella seconda frazione, Novara è inarrestabile e aiutata anche dagli 8 errori avversari e da un'ottima prestazione a muro con super Chirichella (3 per lei nel seto, 4-0 per le zanzare) pareggia i conti grazie al 17-25. Tornate in campo, Wolosz si trasforma in direttrice d'orchestra, mettendo in ottime condizioni la solita devastante Haak, che realizza 7 punti nella frazione, e una solidissima Plummer, 5 punti per lei. La supremazia in campo (25-17) viene ben evidenziata dall'efficienza offensiva: 52% per le pantere, 17% per le zanzare. Nell'ultimo set, continua lo show della polacca, che riesce a giostrare al meglio tutte le armi a disposizione e permette la chiusura sul 25-17 e il successo finale. 

Proprio Joanna Wolosz, grazie alle sue incredibili capacità in regia soprattutto nei momenti delicati dell'incontro, vince un meritatissimo premio MVP, ulteriormente legittimato dall'ottima partita di tutte le attaccanti: Haak chiude con 22 punti, l'egregia Plummer con 17, Squarcini 13 con le decisive giocate in alcune fasi delicate del match di Gennari De Kruijf. Per Novara non bastano i 14 punti di Karakurt e gli 11 di Carcaces

Tra il primo e il secondo set, spazio ad un momento dedicato alla consegna della Certificazione ISO 20121, relativa alla progettazione, gestione ed erogazione di eventi sportivi, a Master Group Sport, advisor commerciale della Lega Volley Femminile. Ad un anno dal conseguimento, Master Group Sportcontinua a confermare e migliorare nel tempo le prestazioni di sostenibilità dei propri eventi sportivi: il binomio sport – sostenibilità è un canale potente di educazione alla responsabilità nei confronti dell’ambiente e delle persone. Il certificato è stato consegnato dal Presidente e Amministratore Delegato di Bureau Veritas Diego D'Amato ad Antonio Santa Maria, Direttore Generale di Master Group Sport.

LE DICHIARAZIONI

Andre Abodi, Ministro per lo Sport e i Giovani: "Mi sono divertito molto, l'emozione della prima coppa: questa non si dimentica, è stata una festa di popolo, uno spettacolo sportivo meraviglioso in un impianto come Palazzo Wanny che merita di essere festeggiato. Onore a Novara e complimenti a Conegliano per la vittoria. La pallavolo femminile è uno sport straordinario, spettacolare, che riunisce tanto pubblico  e che ha una base larghissima. Non è solo il vertice della piramide, ma la base solida a rendere forte un movimento maturo che ha ancora voglia di crescere e di vincere". 

Mauro Fabris, Presidente della Lega Volley Femminile"Una festa doppia: questo è uno splendido impianto dedicato alla pallavolo, reso possibile grazie all'impegno di uno dei nostri dirigenti che è Wanny Di Filippo. Per la grande pallavolo, servono grandi impianti: purtroppo in questo paese non ne abbiamo moltissimi, ma su questo il ministro ha fatto molto da presidente dell'Istituto del credito sportivo e credo che farà ancora tanto adesso che è al governo. Le due protagoniste di oggi hanno dominato non solo lo scenario italiano, ma quello internazionale: un grande spettacolo e un ottimo inizio. Una festa che non deve far dimenticare il tema della violenza contro le donne, a cui abbiamo voluto dedicare uno splendido momento nel prepartita proprio per sottolinearne l'importanza".

Alessia Gennari, schiacciatrice Prosecco Doc Imoco Conegliano:"Abbiamo giocato un sacco di partite, provando diverse soluzioni: quando c'è bisogno ci sono tanti elementi che possono dare una mano. Anche in difficoltà siamo riuscite a reagire. Eravamo pronte e abbiamo risposto presente. Sono felicissima, è il primo trofeo qui a Conegliano ed era da un po' che non alzavo un trofeo con un club. Siamo forti, ognuna si prende le sue responsabilità: ora si riprende a correre fino alla fine della stagione".

Stefano Lavarini, allenatore Igor Gorgonzola Novara: “Purtroppo dopo il secondo set non siamo tornate in campo con quella fiducia e quella determinazione che avremmo dovuto avere per cercare di sfruttare il trend positivo e mettere in difficoltà le nostre avversarie. C’è rammarico, perché è una finale e non siamo riusciti a sfruttare l’occasione, anche per grandi meriti dei nostri avversari: se a noi è mancato qualcosa dopo il secondo parziale, loro al contempo sono cresciute e hanno sfruttato al meglio i propri punti di forza”.

Daniele Santarelli, allenatore Prosecco Doc Imoco Conegliano"Oggi non era facile, abbiamo avuto qualche problema con il roster che ci ha complicato un po' le cose. Volevamo provare diverse rotazioni, poi abbiamo cambiato le cose in corse. Questa squadra si merita questo trofeo: siamo cambiati molto, abbiamo giocato 10 giornate in un mese con tante trasferte. Siamo stanchi ma questo trofeo ci gratifica per questo sacrificio, una bella iniezione di fiducia per il Mondiale per Club che sarà il nostro prossimo obiettivo. Siamo contenti per noi, per i tifosi: iniziare così è la cosa migliore possibile.
Sigla.com - Internet Partner