European Champions League

La Cucine Lube Civitanova ha vinto la Champions League 2019La Cucine Lube Civitanova ha vinto la Champions League 2019
La Cucine Lube Civitanova ha vinto la Champions League 2019
Dal 1992 al 2002 c'è stata l'egemonia delle squadre italiane, ben 10 vittorie in 11 stagioni sportive): 3 di Ravenna, 3 di Modena, 3 di Treviso e una di Macerata.
Nel 2006 la Sisley Treviso aveva interrotto un digiuno che durava da quattro anni vincendo al Palalottomatica di Roma la sua quarta Champions League maschile, conquistando per la sesta volta nella sua storia il trofeo continentale più importante; così la squadra guidata da Daniele Bagnoli ha piegato in semifinale i russi della Dynamo Mosca in un'ora e poi ha regolato per 3-1 in finale i greci dell'Iraklis Salonicco. Fantastico Alessandro Fei, capace di mettere a segno la bellezza di 33 punti.
Nell'edizione 2007 è salita sul gradino più alto del podio la formazione tedesca del VfB Friedrichshafen che a Mosca domenica 1 Aprile 2007 ha superato i francesi del Tours col punteggio di 3 a 1. La formazione teutonica guidata da Moculescu ha messo così in bacheca la sua prima Champions League. Quarto posto per la Lube Banca Marche Macerata, sconfitta in semifinale proprio dal Friedrichshafen per 15 a 13 al tie break, e superata 3 a 0 nella finale di consolazione dai padroni di casa della Dinamo.
Nel 2008 si è aggiudicata il trofeo la Dinamo-Tattransgaz Kazan che nella finale ha superato la Copra Piacenza 15 a 10 al tie break. Terza si è classificato il Pge Skra Belchatow che nella finale per il terzo e quarto posto ha battuto la Sisley Treviso 15 a 13 al tie break (gli orogranati nella semifinale tutta italiana erano stati sconfitti da Piacenza col punteggio di 3 a 1.
Nel 2009 si è imposta l'Itas Diatec Trentino che a Praga, il 5 Aprile 2009, ha superato in finale i greci dell'Iraklis Salonicco col punteggio di 3 a 1. Tra i trentini guidati da Radostin Stoytchev è risultata decisiva la straordinaria prova offensiva del brasiliano Vissotto, che ha chiuso il match con 21 punti di bottino personale.
Nel 2010 si è riconfermata campione d'Europa la Società Trentino Volley targata Trentino BetClic, domenica 2 Maggio 2010 all'Atlas Arena di Lodz, in Polonia, ha sconfitto in finale la Dinamo Mosca col punteggio di 3 a 0, trascinata da Vissotto e Juantorena, il cubano è stato eletto MVP della manifestazione.
Nel 2011 terza affermazione consecutiva per Trento, la Trentino BetClic domenica 27 Marzo 2011 al palaOnda di Bolzano ha superato in finale i russi dello Zenit Kazan per 3-1 trascinata dall'Mvp Osmany Juantorena, 15 i punti del cubano in finale al pari di Stokr, miglior realizzatore il bulgaro Matej Kaziyski, decisivo con i suoi 19 punti di bottino personale.
Nel 2012 si interrompe l'egemonia trentina, vince lo Zenit Kazan di Valermio Vermiglio (premiato miglior regista della manifestazione), che alla Lodz Arena in Polonia supera in semifinale la squadra di Stoytchev per 3 a 1 e in finale 17 a 15 al tie break i polacchi del Pge Skra Belchatow.
Nel 2013
si è imposta la formazione russa del Lokomotiv Novosibirsk che a Omsk, dopo aver battuto in semifinale i detentori del trofeo della Dinamo Kazan per 3 a 2 (15-12 nel quinto set) in finale ha superato al fotofinish la Bre Banca Lannutti Cuneo per 16 a 14 al tie break.
Nel 2014 hanno vinto i
russi del Belgorie Belgorod. La formazione russa di Alekno, ben orchestrata da Dragan Travica ha sfruttato il potente muro ed ha conquistato la sua terza Champions della sua storia, trascinata da Grozer, Ilinykh e dall'incontenibile Muserskiy, sempre dominante nella finale vinta 3 a 1 contro i padroni di casa dell'Halkbank Ankara, a cui non sono bastati i 19 punti di Tzourits e degli ex trentini Kaziyski (15) e Juantorena (12). Medaglia di bronzo per i polacchi dello Jastrzebski Wegiel allenati da Lorenzo Bernardi e trascinati in attacco da un grande Lasko, per lui 25 punti, risultato il best scorer della finale per il 3°-4° posto.
Nel 2015 a Berlino ha vinto la formazione russa dello Zenit Kazan che ha battuto in semifinale i padroni di casa del Berlin Recycling Volleys 3 a 1 e in finale si è imposta sui polacchi dellAsseco Resovia Rzeszow 3-0 (25-22, 25-23, 25-21).
Nel 2016 a Cracovia, in Polonia, si è riconfermato Campione d'Europa lo Zenit Kazan che ha superato in finale la Diatec Trento per 15 a 13 al tie break. Terzo posto per la Lube Civitanova che ha superato nella finalina per 15 a 10 al tie break i padroni di casa dell'Asseco Resovia Rzeszow. 
Nel 2017 a Roma terza affermazione consecutiva dello Zenit Kazan che ha battuto in finale per 3 a 0 la Sir Sicoma Colussi Perugia che in semifinale nel derby italiano ha superato 15 a 9 al tie break la Cucine Lube Civitanova, che ha chiuso al terzo posto vincendo 3 a 1 la finalina contro i tedeschi del Berlin Recycling Volleys.
Nel 2018 a Kazan in Russia è arrivata la quarta affermazione consecutiva dello Zenit Kazan che ha battuto in finale 17 a 15 al tie break la Cucine Lube Civitanova, terza posizione per la Sir Colussi Sicoma Perugia che dopo essere stata battuta dallo Zenit 3-0 in semifinale ha vinto la finale per il 3°-4° posto per 3-0 i polacchi del Kedzierziyn-Kozle.
Nel 2019 a Berlino ha vinto la Cucine Lube Civitanova, in finale la formazione di De Giorgi ha superato la Dinamo Kazan col punteggio di 3-1. Best scorre Sokolov con 17 colpi vincenti.
La Cucine Lube Civitanova ha vinto la Champions League 2019

Anno

Squadra Vincitrice

2001 Paris Volley (FRA)
2002

Lube Banca Marche Macerata (ITA)

2003

Lokomotiv Belgorod (RUS)

2004 Lokomotiv Belgorod (RUS)
2005 Tours (FRA)
2006 Sisley Treviso (ITA)
2007 VfB Friedrichshafen (GER)
2008 Dinamo-Tattransgaz Kazan (RUS)
2009 Itas Diatec Trentino (ITA)
2010 Trentino BetClic (ITA)
2011 Trentino BetClic (ITA)
2012 Zenit Kazan (RUS)
2013 Lokomotiv Novosibirsk (RUS)
2014 Belogorie Belgorod (RUS)
2015 Zenit Kazan (RUS)
2016 Zenit Kazan (RUS)
2017 Zenit Kazan (RUS)
2018 Zenit Kazan (RUS)
2019 Cucine Lube Civitanova (ITA)
Sigla.com - Internet Partner