World Cup: Italia poker di vittorie, battuta l'Argentina 3 a 0

08/11/2011

Caterina Bosetti supera il muro dell'ArgentinaCaterina Bosetti supera il muro dell'Argentina
Caterina Bosetti supera il muro dell'Argentina
ITALIA-ARGENTINA 3-0 (25-19, 25-10, 25-19)
ITALIA: Bosetti C. 10, Anzanello 9, Bosetti L. 6, Costagrande 10, Gioli 14, Lo Bianco 3, Croce (L), De Gennaro. N.e. Folie, Barcellini, Signorile, Sirressi. All. Barbolini.
ARGENTINA: Nizetich 6, Perez 2, Fresco 6, Sosa 7, Busquets 7, Curatola 1, Gaido (L), Boscacci 1, Bortolozzi 2, Castiglione 1. N.e. Rizzo, Carlotto. All. Bastit
ARBITRI: Perez (Cub) e Zenovich (Rus).
Spettatori: 1500. Durata set: 22, 18, 22. Italia: bv 3, bs 4, mv 11, e 11. Argentina: bv 6, bs 6, mv 4, e 17.
Hiroshima. Quarta vittoria azzurra, ottenuta senza grande problemi superando con un secco 3-0 l’Argentina. Barbolini ha schierato una squadra senza Del Core e Arrighetti ben sostituite da Caterina Bosetti e Sara Anzanello. L’Italia non ha incontrato grandi difficoltà sulla sua strada, sospinta dal rendimento offensivo delle due centrali, Simona Gioli e soprattutto Sara Anzanello, che ha chiuso con un tondo 80percento in attacco.
Il sestetto tricolore ha sempre comandato il gioco, avendo sempre un ras sicuramente vantaggio nel punteggio. L’Argentina ha sbagliato molto e soltanto a sprazzi ha fatto vedere qualcosa di interessante.
Giornata di esordi in casa Italia: Caterina Bosetti per la prima volta titolare, Raphaela Folie nelle 12, Monica De Gennaro, seppur per pochi scambi in campo in Coppa del Mondo.
La principale osservata è stata Caterina, solo 17 anni e un titolo Mondiale jr già conquistato. Oggi ha fatto la sua parte, facendo vedere i suoi pregi e i suoi difetti: gran servizio, bell’attacco, discreta difesa, ancora indietro in ricezione. Ha chiuso con un bottino importante 10 punti e un 6 su 13 in attacco, 2 muri e 2 battute vincenti. Abbastanza per essere premiata come Mvp della gara.
Domani c’è l’ultimo impegno della seconda fase, contro l’Algeria squadra di levatura inferiore. È facile immaginare che il ct italiano continui con il suo turn over.
BARBOLINI: “Mi è piaciuto l’approccio che hanno avuto le ragazze con la gara. Nelle gare con formazioni meno quotate, c’è sempre qualche insidia nascosta. Noi non abbiamo perso né punti né set e questa è una cosa importante.”
BOSETTI C.: “Sono felice per questo esordio da titolare. Sono stata premiata come Mvp, ma con me sono stati generosi perché la mia non è stata una gara eccezionale, in ricezione ho sofferto abbastanza. Comunque è arrivata la quarta vittoria e io spero di aver fatto bene la mia parte.”
CROCE: “questo torneo è come una valanga, non c’è tempo per pensare, solo agire e giocare. Anche con l’Argentina abbiamo giocato una buona partita e conquistato un’altra vittoria importante.”
COSTAGRANDE: “Giocare contro l’Argentina per me è una cosa diversa a livello emotivo. All’inizio sentire l’inno è stata una sensazione diversa. Dall’altra parte della rete c’era una squadra che non conosco, tutte giocatrici con cui non ho mai giocato. Una delle cose positive di questa partita, oltre alla vittoria è stato l’aver visto che chi è entrata dalla panchina ha giocato benissimo. Questo ha permesso a Vale e Anto (Arrighetti e Del Core) di riposare un pochino speriamo di riaverle con noi contro la Corea del Sud a Sapporo.”
WORLD CUP - 8/11 Quarta giornata - Pool A (Hiroshima): Cina-Rep. Dominicana 3-1 (23-25, 25-13, 25-19, 25-18), Italia-Argentina 3-0 (25-19 25-10 25-19), Giappone-Algeria; Pool B (Toyama): Stati Uniti-Kenya 3-0 (25-16 25-13 25-21), Corea del Sud-Brasile 2-3 (25-18 18-25 25-18 13-25, 8-15), Serbia-Germania.
Classifica: Stati Uniti 12, Italia 11, Cina 9, Brasile 8, Serbia, Germania, Argentina 6, Giappone 4, Repubblica Dominicana 3, Corea del Sud, Algeria, Kenya 0.
9/11 Quinta giornata - Pool A (Hiroshima): Argentina-Cina ore 11, Algeria-Italia ore 15, Rep. Dominicana-Giappone ore 18.20; Pool B (Toyama): Kenya-Corea del Sud ore 11, Brasile-Serbia ore 15, Germania-Stati Uniti ore 18.20.
Sigla.com - Internet Partner