World Cup maschile: l'Italia supera la Polonia e si qualifica per i Giochi di Rio de Janeiro 2016

23/09/2015

World Cup maschile: l'Italia supera la Polonia e si qualifica per i Giochi di Rio de Janeiro 2016
Tokyo. L'Italia ha chiuso la World Cup battendo per 3-1 la Polonia, togliendole l'imbattibilità nel torneo, ma quel che più conta scavalcandola in classifica (per quoziente set) e guadagnando la qualificazione per il torneo olimpico di Rio de Janeiro 2016.
E' una grande giornata per la pallavolo italiana. Gli azzurri al termine di un torneo eccezionale (10 vittorie in 11 incontri) hanno centrato l'obiettivo principale del loro viaggio in Giappone: il lasciapassare per i Giochi. Traguardo particolarmente significativo che permetterà a Blengini ed i suoi ragazzi di progettare con calma la stagione che porta alle Olimpiadi.
Contro la Polonia era obbligata a vincere 3-0 o 3-1. Insomma doveva giocare una finale sapendo di partire ad handicap, ma questo non ha spaventato Buti e compagni che sono entrati in campo decisi e determinati e ne sono usciti festanti e felici.
L'Italia ha lottato e sofferto nel primo set vinto di misura, ha subito il ritorno dei campione del Mondo nel secondo. Nel terzo è stata ancora la Polonia a partire lanciata, ma il 6-3 in suo favore si è presto capovolto e l'Italia è tornata avanti nel punteggio e nel gioco.
Con una determinazione quasi feroce, spinta dalla prova eccellente in attacco di Juantorena e Zaytsev, confortata dalle difese di Lanza e Colaci, ispirata dai palleggi di Giannelli, coperta dai muri di Piano e Buti, la squadra di Blengini ha subito imposto il suo gioco anche nel quarto, vinto in crescendo 25-19.
Quando il servizio del polacco Buszek è finito fuori campo, sancendo la vittoria tricolore è esplosa la festa. L'Italia si qualificata per i Giochi di Rio de Janeiro.
ITALIA-POLONIA 3-1 (26-24, 22-25, 25-22, 25-19)
ITALIA: Giannelli 4, Juantorena 25, Buti 6, Zaytsev 18, Lanza 14, Piano 5, Colaci (L), Vettori, Sottile. N.e. Rossini (L), Sabbi, Antonov, Massari, Anzani. All. Blengini.
POLONIA: Kubiak 12, Bieniek 12, Kurek 21, Buszek 6, Nowakovski 7, Drzyzga 1, Zatorski (L), Konarski, Mika 7, Klos, Lomacz 1. N.e. Gacek (L), Mozdzonek, Szalpuk. All. Antiga.
ARBITRI: Mokry (Svk) e Shaaban (Egy).
Durata set: 28, 35, 30, 31. Italia: bs 15, a 6, m 9, e 7.

Gianlorenzo BLENGINI - "Sono contento dei miei ragazzi che hanno dimostrato grande attaccamento e grande volontà. Ringrazio a tutti che questo risultato se lo sono meritato. Un grazie grosso anche al mio staff che ha fatto un buonissimo lavoro."
Ivan ZAYTSEV - "Sono felicissimo questa qualificazione vorrei dedicarla a tutti noi che ci siamo sacrificati per tutto il mese che ha preceduto la Coppa e poi qui in Giappone. A tutti i ragazzi, a tutto lo staff che ci ha sempre seguito. Siamo stati bravi sin dal primo giorno e ce la siamo meritata."

Filippo LANZA - "E' stata una vittoria di squadra, voglio fare i complementi a tuttii miei compagni. Ho provato una emozione unica. Dopo la partita con la Russia ho detto noi ci siamo, siamo vivi, l'Italia voleva dimostrare tanto e ci siamo riusciti. Ieri sera siamo andati a letto con l'idea di poter vincere ed oggi lo abbiamo fatto."
Osmany JUANTORENA - "Ce l'abbiamo fatta. A questo gruppo dobbiamo fare i complimenti perché è un gruppo nuovo. Ci siamo riuniti il 3 di agosto con questo obiettivo della qualificazione e l'abbiamo raggiunta. Io voglio ringraziare a tutti, anche ai ragazzi che sono rimasti in Italia, soprattutto a Lele Birarelli, che non è con noi perché infortunato. Questa è una qualificazione di tutti e non solo di quelli che stanno qua."
Massimo COLACI - "E' la soddisfazione più grande della mia carriera. Centrare un risultato così importante con la maglia della nazionale ti da un gusto che non si può spiegare. Io ho avuto la fortuna di vincere tanto con il club, ma questo è il top. E' stata una partita difficilissima, ma credo che il risultato ce lo siamo meritato veramente."
Sigla.com - Internet Partner