World Grand Prix: esordio vincente dell'Italia contro la Rep. Dominicana

05/08/2011

Carolina Costagrande contrastata a muro dalla dominicana Dharlenis Niverka Frica MarteCarolina Costagrande contrastata a muro dalla dominicana Dharlenis Niverka Frica Marte
Carolina Costagrande contrastata a muro dalla dominicana Dharlenis Niverka Frica Marte
ITALIA-DOMINICANA 3-1 (25-18, 22-25, 25-18, 25-17)
ITALIA: Rondon, Bosetti 11, Arrighetti 13, Ortolani 19, Costagrande 13, Guiggi 13, Cardullo (L), Crisanti. N.e.  Barcellini, Garzaro, Leonardi, Ferretti. All. Barbolini.
DOMINICANA: Eve 10, Nunez 2, Rivera 17, Vargas 7, Marte 2, Cabral 10, Caso (L), Echenique, Binet, De La Cruz 10. N.e. Burgos, Arias, Rondon. All. Kwiek.
ARBITRI: Wang (Chn) e Batyuk (UKR).
Durata set: 23, 28, 27, 25. Italia: Bv 5, Bs 5, Mv 14, e 15. Dominicana: Bv 2, bs 11, mv 10, e 17.
Bydgoszsz. Esordio vincente per le azzurre nel World Grand Prix. Le ragazze di massimo Barbolini hanno superato per 3-1 la Repubblica Dominicana e domani torneranno in campo alle 18 per confrontarsi con l’Argentina, superata nella prima gara per 3-0 dalle padrone di casa della Polonia.
Più che sufficiente l’esibizione delle ragazze azzurre alla prima gara ufficiale della stagione, contro una avversaria di buona caratura e discreta esperienza, Guiggi e compagne hanno giocato un match molto ordinato in difesa, buono a muro, abbastanza pungente al servizio. Quel che ha funzionato a corrente alterna è stato l’attacco, particolarmente nella fase di contrattacco, in cui sono state sfruttate soltanto una piccola parte delle tante situazioni venutesi a creare durante il match.
Barbolini ha schierato in regia Giulia Rondon, preferendola a Francesca Ferretti non al meglio e comunque presente in panchina. La maggior parte del peso offensivo è caduto sulle spalle dell’opposto Serena Ortolani che ha messo in mostra una buona sintonia con la palleggiatrice.
Costagrande e Bosetti, preziose in fase di copertura non hanno avuto una grande continuità in fase di schiacciata. Bene il libero Cardullo. La ricezione, balbettante inizialmente poi si è assestata ed ha permesso alla squadra tricolore di giocare la sua pallavolo.
L’Italia ha messo in mostra un gran muro, con Guiggi e Arrighetti protagoniste, sia nel realizzarli che nel guidare le compagne.
L’Italia dopo una brutta partenza (subiti in avvio tre punti in battuta), ha cominciato a giocare con buona sicurezza. Attorno ad un ottimo muro ha costruito il 25-18 dell’ 1-0.
Nel secondo la gara è stata più equilibrata. La Dominicana ha iniziato a difendere molto bene, soprattutto ha iniziato a leggere il gioco azzurro. L’Italia è arrivata in linea con le avversarie sino al 20-20 poi ha commesso troppi errori ed ha ceduto 25-22.
Il set decisivo è stato il terzo. Ortolani e compagne hanno cercato più volte l’allungo, ma si sono ritrovate la Dominicana sempre in grado di replicare. Sino al break decisivo nel finale con Lucia Bosetti al servizio. L’Italia con grande personalità si è imposta 25-18.
Praticamente senza storia il quarto set, con le azzurre partite a razzo 4-0 e non più in vena di regali che hanno controllato il parziale sino al 25-17 siglato da martina Guiggi che ha messo a terra una palla vagante sulla rete.
Barbolini ha lasciato il campo abbastanza soddisfatto, c’è ancora da lavorare, ma il sestto azzurro ha fatto vedere grande volontà e cose più che discrete.
GRAND PRIX - primo Week end: Pool A: 5/8 Polonia-Argentina 3-0 (25-20 25-17 25-22); Italia-Dominicana 3-1 (25-18 22-25 25-18 25-17); 6/8 Polonia-Dominicana, Italia-Argentina (ore 18); 7/8 Polonia-Italia (15.30), Dominicana-Argentina. Pool B: 5/8 Russia-Cuba 3-1 (24-26 25-18 25-23 25-20), Thailandia-Perù 3-0 (25-20 25-13 25-16); 6/8 Perù-Russia, Cuba-Thailandia; 7/8 Perù-Cuba, Russia-Thailandia. Pool C: 5/8 Brasile-Giappone 3-0 (25-18 25-16 25-21), Korea-Germania 3-1 (25-19 25-19 20-25 25-20); 6/8 Korea-Giappone, Brasile-Germania; 7/8 Korea-Brasile, Giappone-Germania. Pool D: 5/8 Serbia-Usa 2-3 (22-25 19-25 25-23 25-20 10-15), Cina-Kazakhistan 3-0 (25-18 25-23 25-16); 6/8 Kazakhistan-Usa, Cina-Serbia; 7/8 Cina-Usa, Serbia-Kazakhistan.
Classifica: Brasile, Polonia, Italia, Cina, Russia, Thailandia, Corea del Sud 2, Usa 2, Serbia 1, Germania, Argentina, Cuba, Perù, Kazakhistan, Dominicana, Giappone 0.
TV – Tutte le gare delle azzurre saranno trasmesse in diretta da La7D e in streaming su La7.it
Sigla.com - Internet Partner