World Grand Prix F6: Azzurre superate 3-1 dagli Stati Uniti

24/07/2015

World Grand Prix F6: Azzurre superate 3-1 dagli Stati Uniti
ITALIA-STATI UNITI 1-3 (17-25, 14-25, 25-15, 18-25)
ITALIA: Malinov 3, Chirichella 9, Tirozzi 5, Diouf 1, Guiggi 7, L. Bosetti 12, De Gennaro (L), Sorokaite 11, C. Bosetti 9, Sylla 7. N.e. Sansonna, Folie, Orro, Arrighetti. All. Bonitta.
STATI UNITI: Kreklow 2, Larson 6, Gibbemeyer 13, Murphy 9, Robinson 9, Harmotto 14, Miyashiro (L), Thompson 1, Hill 1, Lowe 11, Dixon 1. N.e. Banwarth, Easy, Akinradewo. All. Kiraly.
ARBITRI: Hee Kang (Kor) e Yener (Tur).
Spettatori: 6500. Durata set: 25’, 26’, 28’, 29’. Italia: 9 bs, 5 a, 13 mv, 23 er. Stati Uniti: 4 bs, 7 a , 8 mv, 10 er.
Omaha. Nella Final Six del World Grand Prix seconda sconfitta per la nazionale italiana, superata dalle campionesse mondiali statunitensi 3-1 (25-17, 25-14, 15-25, 18-25).
Le ragazze di Marco Bonitta in avvio di gara non sono riuscite ad esprimersi sugli stessi livelli delle padrone di casa, presentatesi al completo e apparse in gran forma. Dopo un inizio complicato le azzurre hanno reagito nel terzo parziale, complici gli ingressi di Caterina Bosetti, Indre Sorokaite e Miriam Sylla. Mostrando una bella pallavolo Chirichella e compagne si sono imposte di forza sulle statunitensi. Combattute anche le prime fasi della quarta frazione, che però nonostante una buona Italia ha visto la squadra di Kiraly chiudere i conti. Top scorer della partita è risultata Harmotto con 14 punti, mentre per l’Italia Lucia Bosetti 12 punti. Molto positivo il contributo dalla panchina di Indre Sorokaite (11 p.), Caterina Bosetti (9 p.) e Miriam Sylla (7 p.).
Nel prossimo match la nazionale tricolore affronterà questa notte la Cina (ore 24 diretta Gazzetta Tv), vincitrice oggi contro il Giappone 3-0. Nell’altra partita ko a sorpresa del Brasile, regolato 3-0 dalle campionesse europee della Russia.
Contro gli Stati Uniti il ct Marco Bonitta ha variato la formazione iniziale rispetto a ieri, schierando la diagonale Malinov-Diouf, schiacciatrici L. Bosetti e Tirozzi, centrali Guiggi e Chirichella, libero De Gennaro.
L’avvio di gara è stato tutto di marca delle iridate, molto efficaci con il gioco al centro mentre l’Italia ha faticato a trovare il proprio ritmo. Dopo essere scivolate parecchio indietro (4-12) le azzurre hanno risposto con una serie di muri e sfruttando bene il servizio di Lucia Bosetti. È nato così un tentativo di rimonta che ha portato Malinov e compagne sino a due punti di distanza (13-15), prima dell’allungo decisivo statunitense, firmato da due aces della neo entrata Hill (17-25).
Simile il copione nel secondo parziale, con la squadra di Kiraly che ha spinto subito sull’acceleratore. L’Italia questa volta non è riuscita a replicare, lasciando strada libera alle padrone di case, trascinate da Gibbemeyer (14-25).
Sotto due a zero il ct Bonitta ha operato diversi cambi, inserendo Sorokaite come opposto e in banda la coppia C.Bosetti-Sylla. I nuovi ingressi hanno cambiato il volto dell’Italia, capace di creare seri problemi alle americane. Con un atteggiamento deciso e spigliato le azzurre, guidate dai muri di Sylla e dagli attacchi di Sorokaite, hanno imposto il proprio ritmo mandando in grande confusione le padrone di casa (25-15).
Caricata dalla vittoria del set la nazionale italiana ha proseguito nel suo momento positivo, sfruttando al meglio la vena realizzativa di Caterina Bosetti. Le statunitensi, però, questa volta non hanno permesso alle azzurre di scappare e dopo una fase d’equilibrio, con sugli scudi Harmotto sono riuscite ad allungare (18-25).
MARCO BONITTA: “Abbiamo giocato la nostra partita, anche se all’inizio o meglio nel secondo set abbiamo faticato a tenere il loro ritmo. Penso sia una sconfitta onorevole, soprattutto considerando che gli Stati Uniti si presentavano al completo. Sono molto contento che le ragazze entrate a partita in corso abbiano dato il loro contributo, aspettavano da tanto questo momento e si sono fatte trovare pronte.”
MIRIAM SYLLA: “Nel terzo set abbiamo dimostrato che con un po’ più di concentrazione e determinazione possiamo giocarcela anche contro una squadre forte come gli Stati Uniti, che solamente l’anno scorso si è laureata Campione del Mondo. Stasera quando sono entrata in campo ero molto carica, perché fino a qualche mese fa queste partite potevo guardarle solo da casa e invece adesso ho la possibilità di viverle da protagonista.”
MONICA DE GENNARO: “Sapevamo che sarebbe stata una partita molto difficile perché loro possono contare su una grande squadra e oltretutto hanno dalla loro il pubblico di casa. Noi non siamo partite bene, andando in difficoltà, ma poi è venuta fuori una reazione molto importante nel terzo set.”

Il Calendario delle Azzurre - 24 luglio Cina - Italia (ore 24); 26 luglio: Italia - Giappone (ore 3.05); 26 luglio: Italia - Brasile (ore 22).
Gli orari di gioco sono quelli italiani

Palinsesto TV - Sarà Gazzetta TV (canale 59 del Dtt) a trasmettere le emozionanti sfide della Final Six di Omaha. Il canale tematico riserverà ampio spazio alla competizione con dirette delle gare e approfondimenti. Questo il dettaglio:
24 luglio: Cina - Italia (ore 24 diretta Gazzetta Tv)
26 luglio: Italia - Giappone (differita alle ore 9.25 Gazzetta Tv).
26 luglio: Stati Uniti-Cina (ore 19 diretta Gazzetta TV), Italia - Brasile (ore 22 diretta Gazzetta TV).
Gli orari sono quelli italiani.

RISULTATI E CALENDARIO
22 luglio: Brasile - Cina 3-1 (23-25, 25-20, 25-16, 25-14), Italia - Russia 0-3 (24-26, 26-28, 19-25), Stati Uniti - Giappone 3-0 (25-12, 25-15, 25-18).
23 luglio: Brasile - Russia 0-3 (19-25, 26-28, 19-25), Giappone - Cina 0-3 (20-25, 19-25, 12-25), Stati Uniti - Italia 3-1 (25-17, 25-14, 15-25, 25-18).
24 luglio: Brasile - Giappone, Cina - Italia (ore 24), Stati Uniti - Russia.
25 luglio: Cina - Russia, Stati Uniti - Brasile, Italia - Giappone (ore 3.05 del 26 luglio).
26 luglio: Stati Uniti - Cina, Italia - Brasile (ore 22), Giappone - Russia.
CLASSIFICA: Russia e Stati Uniti 2V (6 p.), Cina e Brasile 1V (3 p.), Italia e Giappone 0V (0 p.).
Sigla.com - Internet Partner