World League 2014: la giovane Italia cede solo al tie-break contro la Polonia

13/06/2014

World League 2014: la giovane Italia cede solo al tie-break contro la Polonia
POLONIA-ITALIA: 3-2 (25-23, 24-26, 26-24, 25-27, 15-10)
POLONIA: Klos 3, Wlazly 28, Winiarski 8, Wrona 10, Drzyzga, Mika 14, Zatorski (L), Kurek 15, Konarski 1, Zygadlo 1, Nowakowski. N.e. Buszek. All. Antiga.
ITALIA: Buti 10, Vettori 23, Lanza 7, Piano 11, Baranowicz 2, Randazzo 21, Giovi (L), Maruotti 10, Colaci, Corvetta , Sabbi. N.e. Beretta. All. Berruto.
Arbitri: Labasta (CZE), Azevedo (POR).
Spettatori: 11.200 Durata set: 29’, 34’, 36’, 34’, 18’. Polonia: bs 16a 4mv 15 et 16. Italia: bs 22 a 5 mv 16 et 22
Katowice. L’Italia conosce la sua prima sconfitta in questa edizione della World League per mano di una Polonia che, sospinta dagli 11.200 spettatori della Spodek Arena, si è imposta con il punteggio di 3-2 (25-23, 24-26, 26-24, 25-27, 15-10). Per gli Azzurri (che hanno giocato con una formazione giovane e priva di molti dei titolari a cui è stata concesso un po' di riposo) arriva comunque un punto e la consapevolezza di aver lottato ad armi pari in condizioni ambientali davvero complicate con i padroni di casa sospinti da un tifo incredibile che ha trascinato i propri beniamini nei momenti topici del match. Oggi i ragazzi di Berruto hanno comunque giocato una buona gara anche se con qualche sbavatura in più rispetto agli standard con i quali si erano espressi fino ad ora. Tra le note positive Vettori e Randazzo autori rispettivamente di 23 e 21 punti.
L’Italia è scesa in campo con la diagonale Baranowicz-Vettori, Lanza e Randazzo schiacciatori, Buti e Piano centrali, Giovi libero.
La Polonia invece ha schierato Drzyzga in palleggio, Wlazly opposto, Winiarski e Mika schiacciatori, Wrona e Klos centrali, Zatorski libero.
Il primo combattuto parziale si conclude alla seconda palla set in favore dei padroni di casa con gli Azzurri che a tratti appaiono distratti in fase difensiva commettendo diversi errori.
Nel secondo le squadre si danno battaglia con gli Azzurri che, sotto 24-22, prima annullano due palle set agli avversari e poi riescono ad imporsi ai vantaggi portando la gara in parità grazie anche all’inserimento di Maruotti che ha avuto un eccellente impatto (3 punti per lui nel finale).
Nel terzo Buti e compagni, avanti 17-10 si disuniscono dopo una lunga interruzione per il video-check, dilapidano il loro vantaggio e si fanno agguantare dai padroni di casa sul 21-21; da quel momento le formazioni lottano palla su palla con gli azzurri che sprecano anche un set ball sul 23-24 prima di cedere 26-24.
Quarto ancora all’insegna del grande equilibrio con l’Italia che avanti 22-19 prima concede un break di 3-0 ma poi annulla due match ball e chiude 27-25.
Nel tie-break gli azzurri sotto 8-5 non sono riusciti a ribaltare la situazione.
Domani le squadre si trasferiranno a Lodz dove domenica (ore 19.30, differita Rai Sport 2 ore 20.30) si disputerà la seconda gara.
ESORDIO: Durante il primo set hanno anche fatto il loro esordio in maglia azzurra Colaci e Corvetta (salgono così a 23 gli atleti per la prima volta in Nazionale nella gestione Berruto, con Antonio Corvetta che in assoluto è tra i più anziani di sempre).
Pool A: 13/6: Iran-Brasile 3-2; Polonia-Italia 3-2
Classifica: Italia 19, Brasile e Iran 6, Polonia 5.

i commenti dopo Polonia-Italia

Katowice. Queste le voci dei protagonisti dopo la sfida di questa sera tra Polonia e Italia

RANDAZZO
: “Siamo una squadra giovane, abbiamo faticato all’inizio in battuta, peccato nel terzo set quando ci siamo un po’ persi. Siamo mancati un po’ in concentrazione, dobbiamo migliorare dal punto di vista mentale perché questo tipo di gare si vincono proprio con un po’ di grinta in più. Siamo consapevoli che avremmo comunque potuto prendere due punti e non uno solo, ma cerchiamo di guardare comunque il lato positivo e cioè quello di sapere di averci provato”.

VETTORI:Ci siamo persi nelle piccole cose, ci dispiace perché non siamo riusciti ad imporci nei momenti chiave. Peccato perché comunque è stata una vera e propria battaglia. C’è sicuramente un po’ di rammarico. La mentalità da vincenti forse ci è un po’ mancata, domenica dovremo migliorare proprio in questo, essere più spregiudicati e cercare di centrare una vittoria che comunque è alla nostra portata”.

PIANO: “ Qualcosa di buono si è visto e da quello dobbiamo ripartire in vista di domenica. Con umiltà ci proiettiamo alla prossima gara consapevoli che possiamo fare meglio e che sono avversari alla nostra portata. Non era facile oggi giocare in queste condizioni, i parziali sono stati molto tirati, ma noi dobbiamo essere bravi a cercare di fare cadere la palla del lato giusto del campo”.

CALENDARIO E CLASSIFICHE


Pool A: 13/6: Iran-Brasile 3-2; Polonia-Italia 3-2
Classifica: Italia 19, Brasile e Iran 6, Polonia 5.

Pool B: 13/6: Stati Uniti-Serbia.
Classifica: Serbia e Stati Uniti 10, Bulgaria e Russia 2.

Pool C: 13/6: Canada-Belgio .
Classifica: Belgio 10, Canada 7, Finlandia 4, Australia 3.

Pool D: 13/6: Francia-Germania 1-3;
Classifica: Francia 17, Argentina 11, Germania 10, Giappone 1.

Pool E: 13/6 Repubblica Ceca-Olanda 2-3
Classifica: Repubblica Ceca 8, Olanda 8,Portogallo 6, Corea del Sud 5.
Sigla.com - Internet Partner