World League: contro la Corea la quinta vittoria consecuitiva degli azzurri di Berruto

11/06/2011

World League: contro la Corea la quinta vittoria consecuitiva degli azzurri di Berruto
COREA DEL SUD-ITALIA 1-3 (25-23, 19-25, 20-25, 20-25)
COREA DEL SUD: Han Sun-Soo 2, Jeon Kwang-In 12, Lee Sun-Kyu 6, Kim Jung-Hwan 16, Choi Hong-Suk 10, Shin Yung-Sik 12, Yeon Oh-Hyun (L), Lee Kang-Joo, Kwon Young-Min, Park Jun-Bum 1, Kwak Seug-Suk 4, Yun Bong-Woo 2. All. Park Ki-Won.
ITALIA: Travica 5, Zaytsev 25, Birarelli 6, Lasko 17, Savani 12, Buti 6, Bari (L), Della Lunga, Maruotti. N.e. De Togni, Sabbi, Falaschi. All. Berruto.
ARBITRI: Roussakis (Gre) e Shaaban (Egy).
Spettatori: 2000. Durata set: 29, 25, 30, 29. Corea del Sud: bv 7, bs 18, m 2, e 9. Italia: bv 7, bs 11, m 10, e 9.

Incheon. Si allunga la serie di successi della nazionale di Mauro Berruto. Contro la Corea del Sud gli azzurri hanno vinto ancora e con il 3-1 rifilato agli asiatici hanno portato a cinque le vittorie iniziali nella World League, che li portano ancora più solitari al vertice della classifica della pool D.
Savani e compagni dopo aver ceduto il primo set, non senza qualche rimpianto hanno iniziato a macinare gioco, ben orchestrati da Dragan Travica. Il regista tricolore ha sfruttato al meglio i suoi attaccanti, soprattutto Ivan Zaytsev che ha fornito davvero una prestazione super.
Domani mattina alle 7 italiane si replica (diretta RaiSport1), per l’Italia l’occasione di scavare un vero solco tra sé e le avversarie nella corsa alla Final Eight. Dall’altra parte della rete la voglio di rivalsa koreana, da non sottovalutare.
L’Italia ha lasciato il primo set nelle mani dei padroni di casa. Parziale equilibrato in cui Savani e compagni hanno dato la sensazione di poter allungare, ma che nel finale ha visto il servizio koreano mettere più volte in difficoltà la ricezione italiana. Gli azzurri sono rientrati in campo decisi a riscattarsi e nonostante le garndi difese della Corea hanno sempre avuto in mano il parziale, bene Travica in regia, devastante Zaytsev in attacco. L’Italia vola via nel punteggio e si è imposta 25-19. Anche nel terzo set la squadra di Berruto ha dimostrato la sua sostanziale supremazia. Gli azzurri pur con qualche momento di distrazione, spinti dalla vena di Zaytsev hanno messo in difficoltà la Corea che Park Ki-Won ha cercato di ravvivare con continui cambi. Il 25-20 finale è stato giusto. Nel quarto ed ultimo parziale gli azzurri si sono portati avanti, raggiungendo le tre lunghezze di vantaggio (8-5), ma poi hanno regalato qualcosa di troppo alla formazione asiatica che ne ha approfittato per capovolgere il punteggio sul 14-15 per la Korea l’Italia ha reagito, le battute flottanti di Savani hanno messo in difficoltà la ricezione avversaria e Zaytsev, ancora più scatenato ha messo a terra punti su punti, coronando una prestazione semplicemente maiuscola con un 24 su 32 in attacco che si commenta da solo. Un muro di Birarelli ha chiuso il set e la gara.

C’è stato il debutto in maglia azzurra per l’alzatore Marco Falaschi classe 1987.

BERRUTO – “Sono orgoglioso di come abbiamo giocato questa partita affrontata in condizioni difficili, contro una avversaria come la Corea del Sud, che gioca bene e difende meglio. Noi siamo una squadra forte in attacco, ma devo sottolineare come in questa occasione siamo stati in grado di rivaleggiare anche in difesa contro questo avversario.”

ZAYTSEV – “In palio c’era una posta importante e noi ci tenevamo a fare bene e continuare a vincere. A parte il primo set, siamo sempre stati superiori. La mia prestazione? Io certe partite le chiamo giornate olimpiche meglio di così è difficile fare.”

WORLD LEAGUE - Pool A: Porto Rico-Polonia 0-3 (21-25 23-25 14-25), 11/6; Brasile-Usa 11/6, 12/6. Classifica: Brasile 12, Usa 9, Polonia 6, Porto Rico 0. Pool B: Russia-Bulgaria 3-0, 11/6; Germania-Giappone 11/6, 12/6. Classifica: Russia 15, Bulgaria 9, Germania 3, Giappone 0. Pool C: Finlandia-Argentina 2-3, 11/6; Serbia-Portogallo 2-3, 11/6. Classifica: Argentina 11, Serbia e Portogallo 7, Finlandia 5. Pool D: Corea del Sud-Italia 1-3 (25-23 19-25 20-25 20-25), 12/6; Francia-Cuba 1-3, 11/6. Classifica: Italia 14, Corea del Sud 9, Cuba 7, Francia 0.
Sigla.com - Internet Partner