World League Final Six: l'Italia perde al tie break contro la Russia

22/07/2010

World League Final Six: l'Italia perde al tie break contro la Russia
RUSSIA-ITALIA 3-2 (25-14, 22-25, 26-24, 23-25, 15-7)
RUSSIA: Khtey 14, Muserskiy 17, Mikhaylov 18, Berezhko 13, Volkov 11, Grankin 6. Libero: Komarov. Poltavskiy 1, Makarov, Biryukov 1. Non entrati: Krasikov, Kazakov. All. Bagnoli.
ITALIA: Vermiglio, Cernic 12, Birarelli 7, Fei 20, Parodi 3, Mastrangelo 7. Libero: Marra. Savani 13, Lasko, Sala 1. Non entrati: Travica, Maruotti. All. Anastasi.
ARBITRI: Loderus (Ned) e Sakaide (Jpn).
Spettatori: 1500 . Durata set: 20, 26, 28, 24, 13. Russia: battute vincenti 3, battute sbagliate 27, muri 14, errori 5. Italia: bv 6, bs 20, m 4, e 10.
Note: tecnico all’Italia nel tie-break (8-4) per proteste di Birarelli; Nel corso del quarto set infortunio ad un ginocchio a Berezheko.
Cordoba. Gli azzurri escono sconfitti al tie-break contro la Russia nel primo match della Final Six della World League. Dopo un primo set da dimenticare l’Italia ha iniziato a giocare una buonissima pallavolo contro un’avversaria di grande livello, mostrando ancora una volta progressi importanti. Vermiglio e compagni hanno messo in difficoltà i lunghissimi russi, che hanno costruito il loro successo attorno alle grande prestazione del giovane centrale Dmitry Muserskiy, 215 cm di altezza, autore di sei muri ed 11 su 15 in attacco.
Anastasi ha schierato il sestetto annunciato, poi già nel primo set ha rilevato Parodi con savani, autore di una prestazione positiva, sia in attacco che al muro.
L’Italia ha giocato un brutto primo set, poi una volta lasciata l’emozione fuori dal campo, ha iniziato a creare problemi alla Russia. Gli azzurri hanno vinto bene il secondo set, nel terzo e nel quarto hanno lottato con grande cuore, annullando sul filo di lana vantaggi importanti ai russi, riuscendo a portarli al tie-break.
Nel quinto parziale, dopo un iniziale equilibrio la differenza l’hanno fatta la stanchezza azzurra e qualche discutibile decisione arbitrale.
Oggi per l’Italia giornata di riposo. Torna in campo la Russia per affrontare Cuba, che poi giocherà contro l’Italia domani.
VERMIGLIO – “Abbiamo iniziato male per l’emozione di tornare a giocare una finale importante dopo diverse stagioni. – ha detto il capitano azzurro – Poi nei tre set successivi abbiamo giocato bene con cuore e volontà di dare il massimo. Nel quinto set ci siamo innervositi per un paio di decisioni arbitrali che ci hanno penalizzato.”
ANASTASI“La Russia ha giocato molto bene. – ha sottolineato il tecnico del sestetto italiano - Usciamo dal campo con una sconfitta, ma un punto in classifica che potrebbe risultare importante. Adesso concentriamoci sulla partita di venerdì contro Cuba che sarà sicuramente decisiva.”
BAGNOLI – “Sono felice per il risultato, ma non per il gioco che abbiamo mostrato. – ha dichiarato il tecnico mantovano che allena la Russia - abbiamo fatto bene in attacco, ma molto male al servizio dove abbiamo sbagliato 27 battute. Purtroppo si è fatto male Berezhko e credo che difficilmente potrà giocare contro Cuba.”
FINAL SIX - Pool E: ieri Argentina-Brasile; oggi Serbia-Brasile; domani Argentina-Serbia. Pool F: ieri Russia-Italia 3-2(25-14 22-25 26-24 23-25 15-7); oggi Russia-Cuba; domani (ore 22.30 italiane diretta RaiSport1) Italia-Cuba. Classifica: Russia 2, Italia 1, Cuba 0. 24/7 – Semifinali. 25/7 – Finali.
MONTEPREMI – La Final Six mette in palio 2milioni e 200mila dollari (1milione per la squadra vincitrice) e 100mila di premi individuali.
ALBO D’ORO - 1990 Italia; 1991 Italia; 1992 Italia; 1993 Brasile; 1994 Italia; 1995 Italia; 1996 Olanda; 1997 Italia; 1998 Cuba; 1999 Italia; 2000 Italia; 2001 Brasile; 2002 Russia; 2003 Brasile; 2004 Brasile; 2005 Brasile; 2006 Brasile; 2007 Brasile; 2008 Usa; 2009 Brasile.
Sigla.com - Internet Partner