World League Final Six: mercoledì esordio dell'Italia contro la Russia

19/07/2010

Emanuele Birarelli in attaccoEmanuele Birarelli in attacco
Emanuele Birarelli in attacco
Continua il conto alla rovescia degli azzurri verso l’inizio della Final Six di World League. Il clima a Cordoba si va facendo più mite, in contemporanea alla crescita delle attese della squadra di Andrea Anastasi.
Il primo match della Final Six è in programma mercoledì 21 alle 22.30 italiane (diretta su RaiSport1) contro la Russia. Per il ct italiano sarà un piccolo derby perché sulla l’altra panchina siederà il suo conterraneo mantovano Daniele Bagnoli, ma sarà soprattutto una grande verifica del livello raggiunto dai suoi ragazzi che a suon di risultati hanno “ritrovato” dopo tanti anni l’accesso alla fase decisiva della World League, manifestazione che l’Italia ha a lungo dominato vincendo ben otto delle prime undici edizioni.
C’è un clima sereno e convinto nella squadra azzurra, come ci ha spiegato Emanuele Birarelli quest’anno campione d’Europa e del Mondo con il suo club Trento: “Ci presentiamo a queste finali alla pari con le altre squadre presenti. Sono convinto che possiamo dire la nostra anche contro le squadre che giocano la migliore pallavolo del momento. – poi ha proseguito parlando delle avversarie che attendo l’Italia - Sulla nostra strada ci sono prima la Russia e poi Cuba. Due squadre toste, fiche, molto potenti. Per superarle dovremo essere bravi ed intelligenti a sfruttare le nostre armi tecniche e tattiche.”
Un’Italia che in pochi mesi, con il rientro di un paio di veterani e l’innesto di alcuni giovani, ha cambiato pelle ed è tornata a ragionare in termini di risultati positivi: “Il ritorno in squadre di due giocatori di talento ed esperienza sicuramente è stato importante, ma io sostengo da sempre che nella pallavolo non è mai un singolo a fare la differenza, ma il gruppo la squadra. – Ha sottolineato Birarelli - Io sono convinto che siamo migliorati come squadra, nel complesso stiamo giocando meglio per questo i risultati sono venuti. È un alchimia che stiamo facendo tutti insieme.”
Il centrale di Ostra esploso alle Olimpiadi di Pechino ha poi analizzato il suo momento personale: “Il lavoro svolto nel club è importante, io vengo da un periodo felice e fortunato della carriera. Giocando e vincendo si acquisisce la mentalità giusta e migliora la sicurezza. Tante partite internazionali fanno crescere, perché ti confronti con atleti che hanno altri stili di gioco. Tutti noi siamo cresciuti con davanti agli occhi i tanti successi della squadra italiana nella World League, pensare di tornare a giocare una finale così importante è una emozione positiva. È un momento per farsi vedere e spero apprezzare con la maglia azzurra addosso da tutto il mondo. Per noi è una cosa speciale giocare queste partite, per questo vogliamo fare bene.”
FINAL SIX - Ecco il calendario (orari argentini) - Pool E: 21/7 ore 21 Argentina-Serbia; 22/7 ore 21 Serbia-Brasile; 23/7 ore 21 Argentina-Brasile. Pool F: 21/7 ore 17.30 (22.30 italiane diretta RaiSport1) Italia-Russia; 22/7 ore 17.30 Russia-Cuba; 23/7 ore 17.30 (22.30 italiane diretta RaiSport1) Italia-Cuba. 24/7 – Semifinali. 25/7 – Finali. N.B.: Ogni incontro assegnerà tre punti a chi vincerà per 3-0 o 3-1; due per chi vincerà 3-2; uno a chi perderà 2-3; zero a chi perderà 1-3 o 0-3.
Sigla.com - Internet Partner