World League: gli azzurri battono la Serbia 3 a 2, qualificazione vicinissima

06/07/2013

Zaytsev supera il muro della SerbiaZaytsev supera il muro della Serbia
Zaytsev supera il muro della Serbia
SERBIA-ITALIA 2-3 (25-20, 22-25, 25-21, 22-25, 17-19)
Serbia: Stankovic 18 , Atanasijevic 24, Nikic, Podrascanin 16, Petkovic 13 , Kovacevic N 21, Rosic (L), Petric, Rasic 6, Kovacevic U 7, Starovic 1. N.e. Jovovic. All. Kolakovic.
Italia: Birarelli 16, Zaytsev 30, Savani 15 , Beretta 7 , Travica 3, Parodi 9, Giovi (L), Rossini, Vettori, N.e. Kovar, Baranowicz, Piano. All. Berruto.
Arbitri: Kondakov (Ukr) e Hudik (Cze).
Spettatori: 5.800 Durata Set: 27’, 27’, 29’, 30’, 21’. Serbia: bs 17 a 6 mv 10et. Italia: bs a mv et 30
Novi Sad. L’Italia strappa una vittoria al tie-break in Serbia al termine di una gara molto combattuta caratterizzata da un incredibile numero di errori da una parte e dall’altra. Quella degli azzurri è stata una vittoria tutta grinta e carattere durante la quale Savani e compagni sono riusciti a conquistare due punti molto importanti ai fini della qualificazione riuscendo a ribaltare l’esito della gara che li aveva visti in svantaggio per due volte. Se l’Italia domani vincesse almeno un set l’esito del raggruppamento sarà decretato dal quoziente punti con la Russia e in questo momento l’Italia si trova in vantaggio.
Rispetto ai soliti standard gli uomini di Berruto non sono stata brillanti in ricezione e in attacco, ma anche a muro le cose non sono andate benissimo. Per quello che è stato l’andamento del match comunque quella di oggi è una vittoria davvero preziosa.
L’Inizio di gara è stato da dimenticare per gli azzurri che sono partiti contratti incontrando molte difficoltà in ricezione e non riuscendo ad impensierire mai gli avversari che hanno mantenuto costantemente il controllo della situazione. Unico sussulto del primo set è stato il parziale di 4-0 (22-14, 22-18) che sembrava poter cambiare qualcosa, ma complice anche qualche errore al servizio i serbi hanno chiuso senza particolari difficoltà sul 25-19.
Nel secondo parziale Savani e compagni hanno dato qualche segnale di ripresa riuscendo nelle fasi iniziali ad accumulare un minimo vantaggio recuperato però dagli uomini di Kolakovic. Il parziale è trascorso via con le due formazioni costantemente a contatto, ma con i ragazzi di Berruto che al contrario di quanto visto nel primo set non hanno mollato lottando palla su palla. Sul 23-22 un ace di Savani e successivamente un errore di Nikic hanno regalato all’Italia il set che ha portato le squadre in parità.
Il terzo set è continuato sulla falsa riga dei precedenti con i serbi che hanno ripreso in mano le redini del gioco e ancora con l’Italia che non è riuscita ad esprimersi sui soliti standard al servizio, solitamente arma in più per gli uomini di Berruto. Sul 23-19 un sussulto sembrava tenere a galla gli azzurri che alla fine hanno ceduto 25-21 complice un muro di Podrascanin su Zaytsev.
Quarto set che gli azzurri sono riusciti a chiudere in proprio favore sul 25-22 dopo che, complici numerosi errori da entrambe le parti, le due formazioni si sono trovare in parità fino al 22-22 ma con Savani e compagni che sono riusciti a spuntarla solo nel finale grazie a un bel muro di Birarelli.
Il tie-break è stato un’altalena di emozioni che gli uomini di Berruto sono riusciti a chiudere in proprio vantaggio al terzo match ball.
Berruto: “Sono contento della vittoria, di certo non è stata una bella gara, ma la posta in palio è davvero altissima. Sono contento che i ragazzi siano riusciti a strappare la vittoria in questo modo, domni cercheremo di fare la stessa cosa”.
Domani ore 20 si replica (diretta RaiSport1).
Calendario:
Pool A: 5/7: Brasile-Bulgaria 3-1 (24-26, 25-17, 25-20, 25-23), Polonia-Usa 3-2 (25-22, 19-25, 13-25, 30-28, 18-16), Argentina-Francia. 6/7: Brasile-Bulgaria 3-1 (19-25, 25-21, 25-17, 25-19). 7/7: Polonia-Usa, Argentina-Francia.
Classifica: Brasile 19, Bulgaria 14, Stati Uniti 12, Polonia 10, Francia 10, Argentina 4.
Pool B: 5/7: Germania-Russia 2-3 (25-21, 25-18, 22-25, 16-25, 7-15), Cuba-Iran 2-3 (26-24, 25-19, 19-25, 22-25, 14-16). 6/7: Serbia-Italia (ore 20), Germania-Russia 3-2 (25-21, 25-21, 18-25, 23-25, 18-16) Cuba-Iran. 7/7: Serbia-Italia (ore 20).
Classifica: Italia 19, Russia 19, Germania 14, Serbia 13, Iran 9, Cuba 4.
Pool C: 5/7: Finlandia-Olanda 1-3 (25-23, 23-25, 23-25, 23-25). 6/7: Giappone-Canada 1-3 (11-25, 21-25, 25-23, 20-25), Finlandia-Olanda 3-1 (25-19, 26-24, 20-25, 25-20), Portogallo-Corea del Sud 1-3 (18-25, 25-22, 23-25, 21-25). 7/7: Giappone-Canada, Portogallo-Corea del Sud.
Classifica: Olanda 22, Canada 21, Finlandia 12, Portogallo 11, Corea del Sud 10, Giappone 8.
Sigla.com - Internet Partner