World League: l'Italia perde 3 a 0 contro la Bulgaria ed esce di scena

08/07/2011

L'attacco di Matey Kaziyski contrastato a muro da Lasko, Birarelli e Savani L'attacco di Matey Kaziyski contrastato a muro da Lasko, Birarelli e Savani
L'attacco di Matey Kaziyski contrastato a muro da Lasko, Birarelli e Savani
ITALIA-BULGARIA 0-3 (22-25, 22-25, 21-25)
ITALIA: Travica 4, Zaytsev 17, Birarelli 5, Lasko 11, Savani 8, Buti 3, Bari (L), Della Lunga, Maruotti. N.e. Sabbi, Barone, Baranowicz. All. Berruto.
BULGARIA: Zhekov 3, Kaziyski 12, Yosifov 9, Nikolov 15, Aleksiev 7, Todorov 8, Ivanov (L), Penchev, Bratoev. N.e. Tsvetanov, Ananiev, Sokolov. All. Stoytchev.
ARBITRI: Labasta (Cze) e Loderus (Hol).
Spettatori: 7000. Durata set: 27, 29, 30. Italia: bv 5, bs 11, m 7, e 10. Bulgaria: bv 2, bs 13, m 17, e 4.
Gdansk: Sconfitta dalla Bulgaria l’Italia e’ rimasta fuori dalla semifinali della World League. Gli azzurri non hanno saputo dare seguito alla stupenda prova offerta contro la Polonia, hanno subito il muro bulgaro e non sono riusciti a giocare ai loro livelli migliori in attacco.
La partita e’ stata intensa e sicuramente condizionata da alcune decisioni della coppia arbitrale, che hanno che hanno cambiato volto al finale del primo e del secondo set. Nel terzo l’Italia ha continuato a giocare, ma con meno regolarita’ finendo con lo sbagliare troppo.
Primo set con la Bulgaria nin vantaggio inizialmente sino al 9-5, rimonta tricolore che si e’ concretizzata con un piu’ 2 sul 18-16. Non sufficiente per vincere il parziale. Ancora super partenza bulgara nel secondo, ma sul 10-4 Zaytsev e’ divenuto protagonista. Dopo un inizio alterno ha inanellatro una serie di attacchi e di muri che hanno riportato il match in equilibrio. Situazione che si e’ protratta sino al 19-19 pari prima che la Bulgaria s’imponesse ancora 25-22. Terzo set giocato punto a punto sino al 15-15 poi la squadra di Stoychev ha allungato e chiuso 25-21, nonostante il generoso impegno degli italiani.
Eliminata l’Italia torna a casa anzi tempo. Si ritrovera’ il 21 luglio a Cavalese, quando comincera’ la preparazione per i Campionati Europei.
BERRUTO - “Non abbiamo fatto una gran partita. Loro molto bravi a muro, ma non abbiamo giocato al massimo. Il risultato e’ stato condizionato da troppe decisioni arbitrali che per quello che ha fatto vedere la televisioni polacca sono state sbagliate e tutte a nostro sfavore. Credo che sia ora di aprire un dibattito sul fatto che ormai esiste una tecnologia in grado di supportare l’uomo e che sarebbe il caso di usarla. Ogni errore in questo gioco vale due punti, uno in meno che hai ed un in piu’ che ha il tuo avversario. Il bilancio di questa World League e’ comunque positivo, abbiamo costruito qualcosa di importante e non puo’ essere cancellato da questa sconfitta.”
TRAVICA“E’ stata una grossa delusione, non me l’aspettavo, ma loro sono stati piu’ bravi di noi. Abbiamo cercato di porre rimedio, ma non ci siamo riusciti.”
BUTI - “Abbiamo trovato difficolta’ in attacco, non riuscivamo a fare cambiopalla. Loro ci conoscono bene e ci hanno contrastato bene, ma non e’ stato solo un problema di tattica. Gli arbitri ci hanno rubato piu’ di un pallone, ma dobbiamoa ccettare la sconfitta e capire dove dobbiamo migliorare.”

Pool E – 6 luglio Italia-Argentina 1-3; Polonia-Bulgaria 3-2. 7 luglio Argentina-Bulgaria 3-0; Polonia-Italia 0-3. 8 luglio Italia-Bulgaria 0-3 (22-25 22-25 21-25); Polonia-Argentina 3-2. Classifica: Argentina 7, Polonia 4 (2 vittorie), Bulgaria 4 (1 vittoria), Italia 3.
Pool F – 6 luglio Russia-Usa 3-1; Brasile-Cuba 3-2. 7 luglio Russia-Cuba 3-0; Brasile-Usa 3-1. 8 luglio Usa-Cuba 3-2 (23-25 25-21 25-18 21-25 15-13); Russia-Brasile 3-0 (25-20 25-20 25-17). Classifica: Russia 9, Brasile 5, Stati Uniti e Cuba 2.
Semifinali – 9 luglio: Brasile-Argentina; Russia-Polonia.
Finali – 10 luglio ore 17.15 Terzo posto; ore 20 Primo posto.
Sigla.com - Internet Partner