World League: venerdì a Chieti Italia-Cina.

10/06/2010

World League: venerdì a Chieti Italia-Cina.
Dopo l’ottimo esordio contro la Francia, (due vittorie contro i vicecampioni d’Europa) gli azzurri di Andrea Anastasi proseguono la loro World League ospitando la Cina: domani a Chieti (ore 20.30 diretta su RaiSport2) e domenica ad Ancona.
L’Italia vuole essere protagonista in questa manifestazione e le dichiarazioni rilasciate dal ct Anastasi alla vigilia sono inequivocabili: «Quando si manca la qualificazione alla finale di World League si dice sempre che era un obiettivo secondario perché si sta lavorando alla manifestazione più importante, in questo caso ai Mondiali. Io parlo senza tatticismi e dico che è una bugia clamorosa. Le finali di WL ci mancano (l’Italia non le centra dal 2003) e vogliamo conquistarle. Tempo per pensare e concentrarsi sul Mondiale ci sarà. Adesso dobbiamo fare bene con la Cina, la stessa squadra che lo scorso anno ci precluse la strada per le finali di World League, una formazione che merita rispetto ed attenzione. Mi aspetto di vedere un’Italia concentrata, tosta, anche perché la crescita della Cina è sotto gli occhi di tutti:sta dimostrando di aver raggiunto il livello delle migliori. Qui a Chieti abbiamo lavorato molto bene, in una condizione logistica ottimale ed anche questo ci regala serenità e convinzione».
Cambiano due nomi nell’organico azzurro, in attesa della scelta definitiva dei 12 che giocheranno la doppia gara con la Cina che verrà effettuata come da regolamento domani mattina. Con Savani a riposo per il piccolo problema accusato pochi istanti prima dell’inizio del secondo match con la Francia, nel reparto dei martelli Anastasi recupera Parodi (debutto stagionale). Al centro rientra Mastrangelo al posto di Barone. In quest’ultimo ruolo occorrerà vedere domani chi andrà in tribuna tra Sala, Buti (sinora best blocker del torneo), Birarelli e lo stesso Mastrangelo.
La Cina è più o meno lo stesso sestetto dello scorso anno, quello che vinse a Verona e che a Nanchino strappò due set all’Italia escludendola di fatto dalla Final Six: Jiao in regia, Chen opposto, Bian e Liang centrali, Zhong e Cui martelli, Ren libero.
ITALIA: 1.Mastrangelo, 2.Marra (libero), 3.Parodi, 4.Manià (L), 5.Vermiglio, 7.Lasko, 8.Maruotti, 9.Zaytsev, 12.Buti, 13.Travica, 14.Fei, 15. Birarelli, 17.Sala, 18.Cernic, All. Anastasi.
CINA: 1.Bian, 4.Zhanh, 6.Liang, 7.Zhong, 8.Cui, 9.Jiao 10.Chen, 11.Yu, 12.Shen, 13.Jiang 15.Li, 16.Ren (L). All. Zhou.
Secondo weekend - Pool A: Brasile-Olanda 12/6, 13/6; Korea-Bulgaria 12/6; 13/6; Classifica: Olanda 6, Brasile 5, Bulgaria 1, Korea 0. Pool B: Italia-Cina 11/6, 13/6; Francia-Serbia 10/6, 12/6; Classifica: Serbia 6, Italia 5, Francia 1, Cina 0. Pool C: Russia-Egitto 11/6, 12/6, Finlandia-Stati Uniti 11/6, 12/6; Classifica: Russia 6, Finlandia 4, Egitto 2, Stati Uniti 0. Pool D: Cuba-Germania 11/6, 12/6, Argentina-Polonia 11/6, 12/6. Classifica: Germania 6, Cuba 5, Argentina 1, Polonia 0
TELEVISIONE - 11 giugno da Chieti Italia-Cina diretta ore 20.30 su Rai Sport2 , 13 giugno da Ancona Italia-Cina diretta ore 18 su RaiSport1.
Sigla.com - Internet Partner